Napoli Nord, dilaga la variante Delta: pochi i vaccinati under 50

0
Vaccinazioni no stop, Allarme in Campania, Discriminazione territoriale, Sindemia, Numero decessi, Campania in zona rossa, Nuovi casi a Napoli, Variante spagnola in Campania
Centro antico Napoli, Fonte Wikimedia Commons

La Variante Delta continua a preoccupare ogni giorno di più. Sono sempre di più i casi che si registrano in tutto il mondo. In particolare, anche il territorio di competenza dell’ASL Napoli 2 Nord sta affrontando questa piaga.

I numeri sono altissimi: su 108 tamponi analizzati e che hanno dato esito positivo al Covid-19, sono stati ben 76 quelli corrispondenti alla variante Delta (il 70%). I restanti tamponi sono invece risultati appartenere alle varianti inglesi e brasiliane.

Si tratta di un quadro allarmante, come riportato nelle ultime ore anche da Il Mattino. Per motivi logistici e sanitari, la zona del nord napoletano è ad alto rischio contagio e vi è quindi bisogno di un’attenta azione di controllo e di screening. Il territorio infatti è ad altissima densità di popolazione.

I comuni maggiormente colpiti da questa nuova variante Delta sono Pozzuoli, Marano, Quarto, Mugnano, Calvizzano, Melito, Villaricca, Giugliano, Arzano, Acerra, Afragola, Casoria e Casalnuovo.

Non a caso i comuni appena elencati sono anche quelli maggiormente popolati. La densità di popolazione non è però l’unico problema del territorio: l’altro numero da tenere d’occhio infatti è la quota di vaccinati under 50.

La percentuale in questo caso è molto bassa, ed ovviamente tra i numeri dei vaccinati e quelli della variante Delta vi è una forte correlazione. Al momento il vaccino è stato designato come unica via d’uscita dall’emergenza sanitaria. Occorre vaccinarsi il più possibile e nel minor tempo possibile.