Nicolò Scalfi, desideri e speranze per il futuro

0
Caduta Libera, Fonte wikipedia

Nel mese di ottobre del 2018, il programma televisivo Caduta Libera, condotto da Gerry Scotti, ospita un giovane molto promettente.

Si tratta di Nicolò Scalfi, nato a Sarezzo in provincia di Brescia, amante della lettura e del calcio. Non solo dimostra una grande intelligenza rispondendo sempre correttamente ai quesiti di Scotti, ma diventa presto il campione più longevo dello show.

La sua sconfitta infatti è arrivata solo pochi giorni fa, dopo 88 puntate di successo e una somma guadagnata che si aggira sui 650mila euro.

Il segreto del successo? Una parte fondamentale sono i cruciverba, come dichiara lui stesso, e l’attenzione a scuola. L’essenziale per tenere la mente allenata e fresca.

Nonostante la “caduta”, Nicolò Scalfi non sembra troppo abbattuto dalla fine di questa esperienza, anzi condivide allegramente in un’intervista i suoi desideri e speranze per il futuro.

“Mi iscriverò a Lettere Moderne, in Cattolica, a Brescia. Il mio sogno nel cassetto è fare il giornalista sportivo. Amo il calcio. Senza, non saprei stare”.

Oltre l’intenzione di seguire la sua grande passione, Scalfi svela anche di essere aperto a continuare la sua carriera televisiva, magari in un reality o in un programma musicale.

Non mi dispiacerebbe partecipare a un reality. Magari L’isola dei Famosi. Vuoi vedere che mi abbronzo un po’? Ma amo pure cantare e scrivere testi. Il mio genere preferito è il rap.

Ci complimentiamo quindi con lui per la sua ottima prestazione nel programma di Gerry Scotti e gli auguriamo di realizzare i suoi sogni nel cassetto.