Riscoprire il vero gusto della pizza nella bella Napoli

0
Fonte: google immagini contrassegnate per essere riutilizzate

Quando si chiede a un campione di italiani (e non solo) quale sia il loro cibo preferito, si può essere certi che moltissimi risponderanno “la pizza”. In effetti questa pietanza è davvero amata, ormai anche a livello internazionale, ed è una delle stelle del Made in Italy più apprezzate e ricercate. Un risultato davvero straordinario, se si pensa a quanto sono semplici e genuini gli ingredienti che compongono la pizza.

A onor del vero, comunque, per gustare la vera pizza in tutto il suo splendore non si può non recarsi nella città che ne ha visto i natali: la bella Napoli. La città partenopea e l’unica custode della tradizione culinaria originale e che permette di creare una pizza perfetta e deliziosa. Se si pensa che questo cibo è nato parecchi secoli fa ed è ancora in auge, non si può non rimanere affascinati. La ricetta originale della pizza si tramanda di generazione in generazione dai migliori pizzaioli di Napoli, che rispettano le procedure nei minimi dettagli e che scelgono le migliori materie prime per creare pizze di qualità sopraffina.

Cosa c’è dietro alla vera pizza napoletana

Una volta a Napoli occorre fare un’ulteriore ricerca per assicurarsi che la pizza che vogliamo gustare rispetti tutti i canoni della tradizione. Anche se ogni pizzeria ha sviluppato i propri “trucchi” e propone le proprie innovazioni, per creare una vera pizza bisogna sempre e comunque rispettare dei precisi dettami, ovvero:

  • per creare l’impasto va usata farina della più alta qualità, e poi si deve far lievitare per minimo 8 ore (il top sarebbe per 24 ore)
  • le materie prima da usare devono essere freschissime e originarie del territorio campano
  • va creato un disco di impasto che una volta cotto deve mantenere un bordo rialzato
  • la pizza va cotta in un forno a legna
  • la cottura va completata in circa 60-90 secondi

La perfetta farcitura

Una volta creata la base della pizza perfetta, si può pensare al condimento. Nella tradizione, gli ingredienti per il condimento sono pochi e semplici: salsa di pomodoro, mozzarella filante, aglio e basilico. In questo modo si possono creare le due pizze originarie, la Margherita e la Marina. Oggi la richiesta di farciture sempre più fantasiose è all’ordine del giorno, e anche i palati più esigenti saranno soddisfatti dalle migliaia di proposte diverse e gustosissime che si possono incontrare.

Per esempio, si può visitare le pizzerie Salvo. I due fratelli che le gestiscono hanno aperto prima un locale a San Giorgio a Cremano e poi, dato l’enorme successo riscosso grazie all’alta qualità delle loro pizze, ne hanno aperto un altro a Riviera di Chiaia, proprio nel centro di Napoli. Francesco e Salvatore hanno ereditato la passione per l’arte della pizza dal padre, e sono riusciti a fondere tradizione e innovazione. Infatti oltre a proporre le pizze più classiche, hanno impreziosito il loro menu con pizze gourmet e altri piatti tipici della tradizione napoletana. Quindi se volete gustare, per esempio, i crocchè e la vera pizza fritta a Napoli, fate un giro nelle pizzerie Salvo. I due fratelli hanno deciso di usare nelle loro preparazioni esclusivamente ingredienti prodotti nel territorio campano. Questa freschezza si ritrova in tutti i piatti e le pizze che propongono, talvolta con combinazioni di sapore sublimi e sorprendenti. Nelle pizzerie gestite dai due fratelli Salvo troverete gusto, qualità e prodotti genuini, e scoprirete che sapore ha la vera pizza napoletana.