Serie A: Inter di nuovo in testa, il Napoli non ne approfitta

0

La quindicesima giornata della Serie A rimescola nuovamente le carte scompigliando per l’ennesima volta la classifica. Dopo la vittoria di ieri sera (ottavo 1-0) dell’Inter contro il Genoa, il Napoli non è riuscito a effettuare oggi il controsorpasso in seguito alla sconfitta contro il Bologna al Dall’Ara. Si reinserisce nel gruppetto di testa anche la Fiorentina che batte agevolmente l’Udinese per 3-0 scavalcando i partenopei. Inter prima a 33 punti con Fiorentina e 32 e Napoli 31; Roma e Juventus leggermente più indietro ma con i bianconeri in netta ripresa.

IL CROLLO DEL NAPOLI – Dare il tutto per tutto ed entrare determinati al massimo nei big match per poi approcciare in maniera leggera alle partite pseudo-semplici è il suicidio. Il Napoli ha fatto proprio questo. Oggi contro il Bologna l’atteggiamento degli uomini di Sarri è stato a dir poco blando, tanto che a un certo punto era sotto addirittura 3-0 per poi reagire con un briciolo d’orgoglio nel finale per agguantare almeno il 3-2. Gli azzurri non si confermano quindi in testa alla classifica lasciandola all’Inter. La settimana prossima ci sarà Napoli-Roma e di solito al San Paolo i big match non si sbagliano. Ma il problema di questa squadra sono proprio le partite contro le squadre medio-piccole: bisogna riuscire a preparare psicologicamente la gara e dare il massimo anche in queste sfide perché a maggio i punti persi contro Carpi, Sassuolo e Bologna potrebbero pesare eccome. Inoltre il punto di forza di questa squadra, ovvero Gonzalo Higuaín, sembra essere il tassello imprescindibile senza il quale non si può andare molto lontano, anzi… E la sfida del San Paolo di domenica prossima vedrà il Napoli affrontare una Roma allo sbando, che dopo le sberle prese dal Barcellona non ci ha capito quasi nulla e che non vince da tre giornate.

INTER DI NUOVO AVANTI MA OCCHIO ALLA JUVE – Tassello imprescindibile che non ha assolutamente l’Inter, il cui massimo goleador stagionale, per così dire, è Mauro Icardi che ieri sedeva in panchina e senza il quale l’Inter ha dimostrato di saper vincere visto che quest’anno non sta arrivando l’apporto dei suoi goal. L’ottavo 1-0 su quindici gare ormai è più di un caso anche se almeno ieri i nerazzurri potevano anche segnare almeno un altro goal (annullato ingiustamente). La prossima sfida sarà al Friuli contro l’Udinese, partita in cui bisognerà dimostrare di essere sul pezzo e fronteggiare un eventuale controsorpasso del Napoli in caso di vittoria contro la Roma. La questione scudetto insomma è ancora molto prematura e c’è ancora molta incertezza non essendoci stata fin qui nessuna squadra che nel complesso è sembrata superiore come la Juventus degli ultimi anni. Proprio i bianconeri, in questo clima di non dominanza da parte di nessuno, sembrano essere i favoriti a reinserirsi nella corsa scudetto e la partita contro la Fiorentina della settimana prossima sarà un banco di prova importante, così come lo sarà per gli uomini di Paulo Sousa per capire se queste parti nobili della classifica possono davvero essere colorate di viola.