Stop Trump: Hawaii, Maryland e Washington negano il bando sugli “ingressi”

0
trump

Donald Trump è diventato il Presidente degli Stati Uniti d’America da poco più di due mesi e non ha perso tempo nel diffondere il suo credo. Un tema caldo riguarda il temuto bando sugli ingressi. Si discute anche sull’immigrazione. Per diminuirla, si è deciso di chiudere i paesi in se stessi ma alcuni stati si stanno rifiutando.

Hawaii in primis, e poi Maryland e Washington, hanno attuato una politica di stop. Il giudice federale Derrick Watson ha bloccato la seconda stesura del bando, argomentando su due questioni centrali per la propria isola. Il testo, redatto dai portavoce di Trump, discrimina in base alla nazionalità tuttavia ciò che aggrava la situazione è l’impossibilità, una volta entrato in vigore, da parte di tutti i cittadini di essere liberi e di poter ospitare familiari e amici nelle proprie case.

trump

Inoltre, si ragiona anche sulla possibilità di veder diminuire le entrate del settore turistico. Le Hawaii sono una delle mete più richieste, da giovani e adulti di tutto il mondo, e sarebbe un danno enorme limitarne la crescita. Il bando, così com’è, non sarà approvato e si spera che possano aggiungersi altri stati in questa che sembra diventare una vera e propria missione contro le idee politiche del Presidente.