Tennis, ITF: la britannica Moore fa la rimonta della storia

L'utopia nel tennis non esiste, tutto può accadere.

0
Tara Moore, fonte: it.wikipedia.org

L’utopia nel tennis non esiste, tutto può accadere. E’ quello che è successo nel primo turno del torneo ITF World Tour a Sunderland, durante la quale, la tennista britannica Tara Moore ha reso qualcosa di inverosimile, una cosa reale. La 26enne proveniente da Hong Kong, numero 479 Wta, da uno svantaggio che più netto non si potrebbe, dal punteggio di 6-0 5-0 e 40-30, dopo aver annullato anche un match point, alla fine riesce a capovolgere la partita e addirittura a vincerla.

Moore, ha scritto quella che si può definire, una delle più grandi rimonte della storia del tennis. La britannica accede così al secondo turno del torneo di Sunderland, superando con il punteggio di 0-6 7-6(7) 6-3 la francese Jessika Ponchet. È stato qualcosa di incredibile, quello che si è visto nel torneo da 25mila dollari di montepremi. Anche la BBC non ha esitato a dire la sua, nominandola la più grande rimonta mai vista nella storia del tennis.

Chi parla di fortuna, chi crede nel fato, chi non crede a quello che si è assistito, ma una cosa è certa, nel tennis tutto può succedere. Quando Moore, durante il suo servizio, evitando poi quello che tutti ormai preannunciavano, ossia la conclusione del match con un doppio 6-0 da partr della francese, la britannica è stata anche un pizzico aiutata dal fato, perché sul fatidico 30-40 durante uno smash fortunoso non ha colpito in maniera pulita la palla, mettendo in difficoltà la sua avversaria, perché la pallina ha preso il nastro, per poi ricadere sulla linea.
Su Twitter poi arriva il commento ironico della stessa tennista vincente: “Mai avuto dubbi”, suscitando anche ilarità da parte dei seguaci.