Wanda Nara, nel mirino di Codacons: “Pubblica immagini idonee a ledere i diritti dei minori”

0
Wanda Nara, foto profilo Instagram
Wanda Nara, foto profilo Instagram

Dopo l’acceso scontro con la coppia social Fedez e Chiara Ferragni, a finire nel mirino di Codacons è Wanda Nara. La moglie di Icardi è finita al centro della bufera per la grave denuncia fatta dal Garante della privacy e a quello per l’Infanzia e l’adolescenza da parte del Codacons.

Stando all’esposto riportato da Adnkronos, il Codacons ha denunciato Wanda per aver pubblicato immagini idonee a ledere i diritti dei minori. Questa pesante accusa è dovuta alle varie immagini delle due figlie che l’opinionista ha condiviso sui social. Nelle foto incriminate le due bambine, Francesca e Isabella, si mostrano intente a truccarsi con un brand già utilizzato dalla madre. Riguardo questo aspetto, Adnkronos riporta:

“Sulla pagina Instagram di Wanda Nara sono state diffuse foto in cui bambini vengono utilizzati per pubblicizzare un brand (lo stesso usato dalla nota influencer) con pose e atteggiamenti idonei a ledere l’immagine del minore ed il sentimento dei minori che vedono tali foto. La diffusione di tali immagini è assolutamente pericolosa, in quanto con esse si veicola l’identità e l’intimità di un bambino in tenera età e lo si fa attribuendo ad un viso di bambina il corpo di una donna”.

La Codacons, osservando attentamente le immagini, ha chiesto: “di voler verificare la liceità delle pubblicazioni delle immagini sui profili social e, nel caso in cui siano riscontrate violazioni della normativa vigente in materia, di assumere ogni opportuno provvedimento”.

Le accuse mosse dall’associazione sono alquanto pesanti, molto più di quelle che hanno visto coinvolti i Ferragnez e Codacons. Nonostante la gravità di queste dichiarazione, Wanda Nara non ha ancora replicato. Non resta altro che aspettare ulteriori aggiornamenti.