Amici, Andreas Muller censurato di nuovo su Instagram: “Quanto è ridicolo questo social network”

Un altro sfogo del ballerino a seguito dell'ennesima censura subita sul social network

0
Andreas Muller, fonte: account ufficiale Instagram

Andreas Muller, ballerino professionista ed ex vincitore di Amici di Maria De Filippi, ha subito l’ennesima censura su Instagram. Il ragazzo si è sfogato duramente sul social mettendo in luce la differenza di trattamento con altri personaggi noti sul web. Vediamo cosa è successo.

La prima censura qualche settimana fa

Qualche settimana fa il ballerino aveva pubblicato sui social una foto artistica di nudo, tuttavia Instagram ha ben pensato di rimuoverla dai post e dalle stories. Nello specifico, Andreas ha ricevuto questa notifica:

“Il tuo contenuto viola le nostre norme della community. Usiamo le stesse linee guida in tutto il mondo per tutti gli utenti di Instagram. Ti ricordiamo che in futuro potresti perdere l’accesso al tuo profilo. Per non perdere l’accesso leggi le norme e ricorda che perderesti anche i tuoi post, tutti i follower e i messaggi d’archivio che sarebbero eliminati permanentemente. Rispetta quindi tutte le norme. Il tuo contenuto ha violato i termini in materia di adescamento per adulti”.

In quell’occasione il giovane si è paragonato a Mahmood e Blanco, nello specifico alla copertina di Vanity Fair pubblicata qualche tempo prima. “Però ora spiegatemi che differenza c’è tra questo scatto e il mio. Me l’hanno rimosso anche dalle storie. Eppure quella di Blanco e Mahmood no. Dai ragazzi ma per quale motivo?!” ha chiesto il giovane.

Nuova censura e nuovo sfogo: “Social ridicolo”

In questi giorni, Andreas Muller ha ricevuto l’ennesima bastonata su Instagram a causa di una nuova censura per un semplice scatto di Veronica Peparini in pantaloncini e top. Anche in questo caso, il ballerino si è difeso e sfogato duramente: Quanto è ridicolo questo social network. Ogni volta mi prometto di lavorarci e basta. Poi invece mi lascio andare dimenticandomi che solo alcuni possono postare il ca**o che vogliono. Tra nudi e schiume sul corpo, culi di fuori, seni realmente in vista con tutto il capezzolo, uccelli all’aria. Droghe e chi più ne ha più ne metta. Questa mia storia invece è stata rimossa per atti sessuali. Ma andatevene a cag**e voi e questa politica di mer*a. E mi fate salire il nervoso ogni volta che parlate di trattamenti alla pari, di non creare diversità”.