Coronavirus: Ino-4800, il vaccino finanziato da Bill Gates e prodotto da Inovio testato su 40 volontari

0

L’emergenza COVID-19 è sempre più complicata da gestire e onde evitare che si propaghi ulteriormente molte aziende e paesi sono alla ricerca di un rimedio. Tra Tocilizumab e “plasma convalescente”, figura anche quello finanziato da Bill Gates.

SPERIMENTAZIONE UMANA – Parliamo dell’Ino-4800, perfezionato già da qualche tempo in laboratorio e ora finalmente pronto allo step successivo. La sperimentazione sull’uomo è infatti ormai vicina, in quanto il medicinale è stato approvato dall’Fda (Food and Drug Administration).

Perciò l’azienda Biotech americana Inovio, insieme alla Fondazione Bill and Melinda Gates, sta procedendo alla selezione di alcuni candidati. 40 volontari per la precisione, persone pronte ad essere i primi a testare il potenziale “vaccino”.

LA PROCEDURA – I requisiti sono semplici. Ognuno di questi volontari dovrà presentarsi alla facoltà di medicina dell’Università di Pennsylvania e a Kansas City, Missouri, presso il Center for Pharmaceutical Research. Inoltre sono ammessi solo adulti.

Riceveranno 2 dosi dell’Ino-4800 a distanza di 4 settimane. Se i risultati dovessero rivelarsi positivi, Inovio inizierà quanto prima la sua produzione e distribuzione in larga scala. «Si tratta di un significativo passo in avanti nella lotta globale contro Covid-19 – dichiara Joseph Kim, presidente e Ceo di Inovio (come riportato dal Corriere della Sera) – senza un vaccino sicuro ed efficace, è probabile che questa pandemia continui a minacciare vite umane e mezzi di sussistenza. Il nostro team di ricercatori, partner e finanziatori si è mobilitato da quando la sequenza genetica del virus è diventata disponibile all’inizio di gennaio e continua a lavorare 24 ore su 24 per garantire l’avanzamento rapido di Ino-4800 attraverso questo studio di fase 1». La sperimentazione sui 40 candidati comincerà lunedì 13 aprile.