È morto Giuseppe Comodo, il medico che curava i pazienti Covid a domicilio

0
reparti covid

Il medico che andava a casa dei pazienti Covid per curarli purtroppo non ce l’ha fatta. Giuseppe Comodo è morto all’età di 68 anni proprio per via di complicazioni legate al Coronavirus. Il dottore si è spento proprio nella giornata di ieri all’ospedale “Mauro Scarlato” di Scafati in cui era ricoverato da circa due settimane.

Comodo ha continuato fino alla fine a esercitare la sua professione continuando ad andare a casa dei pazienti per fornire loro le cure necessarie ed era un grande sostenitore delle cure domiciliari. Da anni prestava soccorso nelle ambulanze del 118.

Sui social network in queste ore decine e decine di post che lo ricordano sia da parte dei suoi colleghi che dei pazienti che ha curato durante la pandemia. Comodo avrebbe compiuto 69 anni a giugno ed era originario di Pontecagnano, in provincia di Salerno.

Ecco alcuni dei messaggi che lo ricordano:

“Ecco come muore un medico italiano. Questi sono gli eroi che dovrebbero fregiare con la medaglia al valore. Grazie dottore perché fino all’ultimo hai combattuto la buona battaglia, visitando i pazienti Covid a casa. Non hai temuto per la tua vita. Oggi sei con il tuo collega Giuseppe Moscati. Grazie dottore non solo perché hai curato i miei famigliari con umanità, pazienza e sensibilità come pochi”.

“Lavorava al 118, vaccinato con 3 dosi si è impegnato concretamente e quotidianamente mettendo a disposizione la professionalità, l’esperienza, ed il suo tempo libero, notte e giorno, Natale, Pasqua, vacanze, ferie. Lontano dalle polemiche insulse che riempiono la bocca di molti colleghi che conosco, e dei quali mi vergogno. A lui il ringraziamento per tutto il lavoro svolto nel gruppo, onore e riconoscimento. Credeva molto in Dio, che Dio lo ricompensi per tutto il bene che ha fatto”.