Emergenza Covid, situazione critica: diverse attività rischiano la chiusura

0
Lockdown anticipato, Nuove restrizioni, Semi - lockdown, Nuovo Dpcm, Nuovo dcpm, Bonus in busta paga, Reddito di emergenza, 4 maggio, Riaperture anticipate
Giuseppe Conte, Fonte Flickr

L’Italia è oggi in una situazione ben diversa rispetto a quella del mese di marzo, anche se anche questa situazione si sta rivelando molto critica. Saremo pronti a intervenire nuovamente se necessario“, ha dichiarato il presidente Giuseppe Conte in una informativa  urgente alla Camera.

Conte ha poi aggiunto: “Siamo ancora dentro la pandemia e il costante aumento dei contagi ci impone di tenere l’attenzione altissima: stavolta però, forti dell’esperienza della scorsa primavera, dovremo adoperarci, rimanendo vigili e prudenti“.

Con queste parole il Premier Giuseppe Conte ha fatto capire che in Italia la situazione sta peggiorando di giorno in giorno, con nuove drastiche decisioni che possono arrivare nei prossimi giorni.

Mentre da Palazzo Chigi arrivano notizie che non ci saranno nuovi decreti a breve, la situazione è ben diversa, con possibili chiusure già nelle prossime settimane.

Secondo le ultime indiscrezioni, un lockdown totale è ancora scongiurato, ma, nel caso in cui i pazienti in terapia intensiva dovessero superare le 2.300 unità, sarà inevitabile. Si stanno studiando, quindi, le prossime chiusure. Le prime potrebbero essere i centri commerciali durante il week-end, con l’esclusiva apertura per i negozi di prima necessità. Con i centri commerciali, possibile chiusura per almeno due settimane per palestre, piscine e sale gioco. A rischio sarebbero anche i centri estetici. Inoltre, ben presto potrebbero esservi limitazioni alla circolazione tra Regioni.