Game of Thrones: il “no” dell’HBO alla proposta di Martin

0
george-rr-martin-nightflyers-
George RR Martin, scrittore di Nightflyers e Game Of Thrones. Fonte screen youtube

Sebbene Game of Thrones sia giunto al termine, ancora oggi si parla della serie tv. George R.R. Martin, lo scrittore della saga letteraria da cui è tratta la serie, sta rilasciando varie interviste.

Una di queste è stata a Dublino durante la Dublin 2019: An Irish WorldCon, la convention mondiale della fantascenza a Dublino. Martin, alla rivista irlandese JOE, ha rilasciato fare indiscrezioni. Tra le tante, è saltata fuori la sua proposta all’HBO di una nuova versione di GOT.

La proposta è nata dalla volontà di George di scrivere dal punto di vista di quei personaggi coinvolti nelle varie situazioni, ma rimasti sullo sfondo.

“Nello scrivere certe scene mi sono trovato spesso a pensare alle altre persone che rimangono sullo sfondo, a farmi domande su di loro. A cosa pensano? Come si sentono? Stanno per andare in battaglia. Ne sono entusiasti? Cosa è successo dopo? Come ha influito sulla loro vita?”

Così spiega Martin durante l’inervista, ammettendo di avere pronto anche il titolo: Spear Carriers. Prosegue poi:

“Ad esempio, vediamo il discorso di Tyrion prima della battaglia, ma invece di seguire lui nello scontro, seguiamo uno di quelli che lo stavano ascoltando. Che gli è successo? Ha perso una gamba, o qualcosa di simile? Cosa fa sua moglie dopo? Seguiamo una delle prostitute del bordello di Ditocorto. Com’è finita lì? Con chi va a letto e quali segreti può carpire per poi passarli a Ditocorto? Ci sono milioni di storie da raccontare.”

Sebbene Martin sia risultato entusiasta di questo progetto, l’HBO ha bocciato la proposta. La scelta del network è più che comprensibile visto i costi alti che l’ipotetica serie avrebbe avuto.

E se questo progetto ha ricevuto un “no”, non bisogna dimenticarsi del prequel di cui è stato già girato l’episodio pilota, Bloodmoon.