domenica, Giugno 23, 2024
HomeSpettacoloGossipGrande Fratello, Josh Rossetti si scaglia contro Gabriele Parpiglia

Grande Fratello, Josh Rossetti si scaglia contro Gabriele Parpiglia

Josh Rossetti si è scagliato come una furia anche contro Gabriele Parpiglia durante un'intervista: ecco cosa ha detto

La tensione è salita alle stelle durante un acceso scambio di battute tra Gabriele Parpiglia e Josh Rossetti. Quest’ultimo, fratello di Greta Rossetti, era ospite di una nuova puntata di Turchesando, il programma radiofonico condotto da Turchese Baracchi su Radio Cusano. Durante la trasmissione, Parpiglia ha cercato di raccontare gli eventi che hanno animato i social media nelle ultime ore.

La discussione si è incentrata sulla vicenda della rissa sfiorata avvenuta la sera precedente tra Massimiliano Varrese e il fidanzato attuale di Monia La Ferrera. Quest’ultimo, in un gesto di rettifica, ha espresso le sue scuse sui social, fornendo la sua versione dei fatti. Durante la diretta con Parpiglia e Turchese, ha inoltre sottolineato di aver spostato Monia per preservarla dall’evento.

“Io Monia l’ho spinta per allontanarla da una situazione pericolosa dove poteva arrivarle un pugno o uno schiaffo da parte di qualcun altro che non ero io ovviamente. Perché io ero circondato da 5 buttafuori, ricordiamolo”, ha detto.

“Ma eri circondato da 5 buttafuori perché stavi cercando Varrese, ed eri incaz*ato. Non è che eri circondato perché sono pazzi che ti volevano circondare. Diciamo che volevano far sì che non succedesse niente”, è stata la risposta di Parpiglia.

“Tutta la sera, nessuno se l’è ca*ato a Massimiliano Varrese. Eppure, finita la serata, eravamo tutti insieme nello stesso studio a brindare, fare, ad un metro di distanza l’uno dall’altro. Quindi se voleva parlarmi o aveva qualcosa da dire, me lo diceva lì davanti a tutti. Invece, furbo com’è, ha aspettato di uscire fuori con i fan e i paparazzi e lì ha fatto il suo teatrino perché lui è un attore, quello può fare: l’attore. Le mie scuse non sono rivolte a Massimiliano Varrese, assolutamente. Ma per la violenza mostrata, ha continuato Rossetti.

Il botta e risposta tra i due ha preso una brutta piega quando Josh ha poi sbottato contro il giornalista: “La tua nomea in giro, Gabriele, non è bellissima poi se ti metti a fare così capisco il perché la tua nomea non è bellissima”. A quel punto Parpiglia ha risposto: “Pensa la tua…però guarda se la mia nomea è così io sono contento. Tanto sono 26 anni che sono in questo mondo”.

Dopo questa frase, tutto è degenerato con un Josh Rossetti completamente infuriato: “A me non me ne frega un caz*o, io ti compro, te e la tua trasmissione. A me non me ne frega un ca*zo! Ti metto a casa mia a fare il nano da giardino. Tu non hai capito un caz*o credimi. Turchese, se dobbiamo parlare, togli sto scemunito sennò vengo direttamente là e…”. Parpiglia lo ha allora avvertito di una imminente querela e Josh ha continuato: Fammi una querela, fammela che io ti porto in tribunale e ti tolgo tutto. Querelami uomo di mer*a! Fammi la querela, querelami che al telefono non ti dico niente ma non ti preoccupare, querelami! Gabriele, io non faccio televisione, io sono cresciuto in mezzo alla strada…

Io se io devo cavare gli occhi, cavo gli occhi e non me ne frega un cavolo. Turchese è la verità, ma questo chi è? Ma chi ca*zo è Gabriele Parpiglia? Ma chi ca*zo è? Non ti preoccupare che Milano è piccola, non ti preoccupare.

Gabriele non fare il fenomeno, non fare il fenomeno. Non fare il fenomeno perché quanto è vero Dio…non fare il fenomeno! Turchese, togli questo uomo di mer*a! Togli questo mezzo uomo sennò io non faccio l’intervista”.

“Parpiglia di sto ca*zo, tu non hai offeso? Ma io ti giuro che ti vengo a prendere, te lo sto dicendo in diretta: io sono abituato a spaccare i crani, mio padre è in galera, 15 anni di galera, hai capito Gabriele? Hai capito? Io ti taglio la testa, Gabriele. Non rompere i cogl*oni sennò ti taglio la testa. Ma tu, questo figlio di put*ana, ha concluso.

Valentina Sammarone
Valentina Sammarone
"Giornalismo è diffondere ciò che qualcuno non vuole si sappia; il resto è propaganda. Il suo compito è additare ciò che è nascosto, dare testimonianza e, pertanto, essere molesto." (Horacio Verbitsky)
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME