L’Inter ricorda Giacinto Facchetti

0

“Giacinto ci manchi”-questo il ricordo commosso,a nove anni dalla scomparsa,di Giacinto Facchetti da parte dell’Inter. 634 presenze e 75 reti con la maglia nerazzurra,94 presenze e 3 reti con quella della Nazionale. Oltre ai numeri,però c’è di più,molto di più,soprattutto quando si parla di campioni veri,e Facchetti lo era. Signore in campo e fuori,calciatore e uomo dalla condotta esemplare,nella sua lunga carriera ha collezionato una sola espulsione;giocatore rivoluzionario,ha ricoperto il ruolo di terzino fluidificante ante litteram nella Grande Inter di Helenio Herrera,dando un contributo fondamentale alle vittorie della storica Beneamata di allora. Ritiratosi dai campi di gioco,il Cipe(dal soprannome assegnatogli da Herrera)ha proseguito la sua carriera in qualità di dirigente,con impegno e dedizione,come sottolineato,in occasione della morte,dall’allora presidente della Repubblica Giorgio Napolitano:«Simbolo dello sport italiano, ha saputo dimostrare nel corso della sua lunga carriera non soltanto le doti tecniche di calciatore ma anche la correttezza, la compostezza e la professionalità come dirigente».

Il messaggio completo della società e dei tifosi sul sito ufficiale:”9 anni e un solo pensiero. Giacinto Facchetti ci manca tremendamente. Manca all’Inter e al calcio italiano. Icona dei nostri colori e massimo rappresentante degli interisti, ha segnato un’epoca in Italia e nel mondo con passione, impegno e dedizione. Per questo lo ricordiamo, oggi e sempre”.