Di Marzio: “Juventus rifiuta 110 mln per Pogba. Trattativa separata da Higuain”

0

Mentre Marotta e Paratici lavorano a capofitto sull’affare Higuain (è ormai data per assodata la volontà da parte della dirigenza juventina di versare i 90 milioni della clausola rescissoria inserita dal Napoli), in casa bianconera anche il futuro di Paul Pogba rimane sempre appeso ad un filo. Secondo Gianluca di Marzio, La società di Corso Galileo Ferraris continua a trattare con il Manchester United per cedere proprio ai Red Devils il Polpo, ed i 110 milioni + 10 di bonus non bastano per accontentare la Vecchia Signora, la quale ne chiede almeno 125 netti, con la commissione del 20% prevista dal gentlemen agreement in favore di Mino Rajola (procuratore del francese) totalmente a carico della squadra inglese. In parole povere, le due operazioni – Higuain in entrata e Pogba in uscita – sono completamente separate tra loro, e proprio per questo la Juventus non intende mollare in alcun entrambi i fronti.

Sempre stando a quanto riporta il collega di Sky, se il centrocampista dovesse restare a Torino, la dirigenza bianconera penserebbe di fare cassa provando a vendere i vari Lemina, Zaza e Pereyra, attraverso la cessione dei quali coprirebbero l’investimento comprensivo del budget a disposizione per il mercato, che a oggi comprende anche gli acquisti di Pjanic, Pjaca, il prestito di Benatia e i 30 milioni incassati dalla recompra di Morata. Pertanto, se Pogba venisse venduto senza sconti, i bianconeri non dovranno privarsi dei calciatori di cui sopra avendo così le idee più chiare per sostituire il francese.