Napoli, ecco il museo di Pino Daniele

0

pino-daniele-morto

Inizia il countdown per l’apertura del museo dedicato a Pino Daniele che ci ha lasciato lo scorso 5 gennaio 2015 stroncato da un infarto dopo il gravissimo malore avvenuto nella sua tenuta in Maremma (Toscana). Il museo per Pino Daniele sarà nell’ex Hotel Londres nei pressi di Piazza Municipio. L’inaugurazione che era prevista per il 19 marzo, giorno in cui il nero a metà avrebbe compiuto 61 anni è stata spostata di alcuni giorni. Pino Daniele è stato uno dei più grandi cantori del 900 della città di Napoli. Non solo patrimonio locale, Pino Daniele è stato patrimonio nazionale. Autore di tantissime canzoni di successo, molte di queste eseguite da altri artisti italiani, tra cui Fiorella Mannoia e Mina. Il museo per Pino Daniele si chiamerà Pino Daniele alive. Nato da un idea dalla fondazione “Pino Daniele” e dal figlio manager del cantante Alessandro, avuto dalla prima moglie Dorina Giangrande (corista dell’album Terra mia) sarà un punto di riferimento per tutti i fan di Daniele. Ci saranno foto, video, immagini d’epoca accompagnati con rarità e annedoti che hanno accompagnato la vita artistica straordinaria del musicista napoletana. Non solo il museo (prossima all’apertura) Pino Daniele ha avuto dalla topografica della città la targa nei pressi di (in questo caso ex) via Donna Albina. L’aeroporto di Capodichino infine lo ha omaggiato dedicandogli i versi delle sue canzoni sulle panchine nelle sale d’attesa dell’aeroporto. Questo è solo una piccola parte che la città di Napoli sta facendo per uno dei suoi figli illustri, artista innovativa e genio contemporaneo del 900.