Napoli, inaugurazione del murales per Ilaria Cucchi: c’è anche Jorit

Jorit Agoch: "Ilaria è un simbolo di resistenza per tutta l'Italia".

0
Stefano Cucchi e la sorella. Fonte Quotidiano di Puglia

Lo street artist, famoso per i suoi simbolici murales a Napoli, è uscito allo scoperto per l’inaugurazione della sua ultima opera dedicata a Ilaria Cucchi, sorella di Stefano morto nel 2009.
“Ilaria è simbolo di resistenza, non solo per me ma credo per l’Italia” ha commentato l’artista. Il murales è stato realizzato in Via Verrotti all’aranella da quest’ultimo con l’aiuto dei ragazzi del Progetto Adolescenti “La Città dei Ragazzi”.

Alla cerimonia ha partecipato anche Ilaria che emozionata ha commentato: “Questo lavoro meraviglioso che avete realizzato per me lo dedico a tutti coloro che sono considerati gli ultimi. Voi ragazzi siete la nostra speranza di riuscire ad avere una società migliore e meno preda delle discrezionalità di chi ha potere. A voi dico: battetevi sempre per ciò che ritenete giusto nel rispetto delle istituzioni e delle regole”.
Jorit Agoch ha poi aggiunto: “La lotta che fa da nove anni è la lotta di tutti. Non è solo la lotta di una sorella a cui hanno ucciso il fratello. La sua è una lotta di giustizia”.
L’opera, infatti, non presenta solo il volto di Ilaria ma anche quello di Sandro Pertini e altre immagini che richiamano i valori della pace.

“Rivolgo alla famiglia di Davide Bifolco il mio abbraccio. Venendo qui a Napoli il primo pensiero è andato a loro. Lo so che è difficile, che fa male accettare quella condanna, ma è importante arrivarci alle condanne perché dobbiamo ricordarci che la stragrande maggioranza delle volte simili processi non arrivano nelle aule di Tribunale” ha continuato Ilaria.

“Finalmente il muro di gomma istituzionale sporco di sangue si sta rompendo” ha commentato duramente il sindaco Luigi de Magistris.