Once Upon a Time: Recensione 7×01- “Hyperion Heights”

0
Once Upon a Time, Fonte Foto: Youtube
Once Upon a Time, Fonte Foto: You Tube

La nuova e settima stagione di Once Upon a Time è arrivata!

Venerdì sera, la nuova stagione ha fatto il suo debutto sulla rete ABC. Noi, sfortunati italiani, per vedere l’esordio di questa nuova serie, abbiamo dovuto attendere la mattina seguente.

L’episodio comincia con Henry adolescente, per poi passare il testimone alla versione più cresciuta di se stesso. L’eroe di questa nuova stagione, scoperta l’esistenza di tanti libri, parte per il mondo delle fiabe con l’obiettivo di scoprire la sua vera storia.

La puntata inizia con la scritta Once Upon a Time, seguita da:

Una foresta incantata piena di personaggi delle favole.

Un giorno una potente maledizione li intrappolò in una città senza magia.

E ognuno di loro dimenticò chi fosse veramente.

Ecco come accade...

Dopo quell’accade, vi sareste immaginati: L’Evil Queen entrare durante il matrimonio di Biancaneve e il principe azzurro, vedere come Henry riporta dalla sua famiglia Emma e come quest’ultima spezza la maledizione…E invece…

Assistiamo alla scena che per mesi ci hanno propinato: Henry, vuole cercare la sua storia, lo comunica a Regina, che come tutte le madri premurose, gli sussurra parole dolci prima di vederlo attraversare un portale prodotto da un fagiolo magico (ma questi non erano introvabili?) 

Poi..

Ritroviamo Henry, dopo qualche anno in un nuovo reame, in sella alla sua motocicletta. Henry involontariamente urta la carrozza della bella Cenerentola, quest’ultima viene scaraventata su dei fiori (giacinti, per esattezza). E così conosce la sua Cenerentola, che sembra una versione rivisitata di Biancaneve. La nuova Cenerentola ha lo stesso temperamento della Biancaneve della foresta incantata. Infatti, come una ladra, gli ruba la motocicletta per dirigersi al fiabesco ballo. (Vi ricorda qualcosa?)

Al ballo, Henry scopre che Cenerentola non ha intenzione di realizzare il suo destino. Lei non perderà la sua scarpetta di cristallo e non vuole neanche sposare il Principe ma, bensì, vuole ucciderlo per vendetta. Ma quando lei sta per colpirlo, non ne ha il coraggio e in suo soccorso arriva Lady Tremaine, questa uccide il Principe dando poi la colpa proprio alla figliastra che, con l’aiuto di Henry, riesce a scappare. Henry arriva sul luogo del primo incontro con Cenerentola, dove si sono dati appuntamento, ma la ragazza non si presenta.

Dopo un ballo scoppiettante, ci trasferiamo nella nuova location, Hyperion Heights. Henry diventato uno scrittore, ha qualche difficoltà nel scrivere il suo secondo libro. Lucy, sua figlia, si precipita davanti alla sua porta e con un pretesto riesce a portarlo ad Hyperion Heights per riunirlo con Cenerentola e spezzare la maledizione. Qui, ritroviamo Cenerentola, che nel piccolo quartiere si chiama Jacinda. E scopriamo anche, che la donna non è la copia esatta di Biancaneve, perché non è ne perfetta e ne speranzosa, allora voi direte, è uguale a Emma?

Ma non è così, perché è molto più tenera, lo si nota subito dagli sguardi che lancia alla sua Lucy. La Salvatrice che abbiamo incontrato all’inizio era scettica, poi ha sfoderato tutta la sua dolcezza. Beh, la nostra nuova Cenerentola richiama qualcosa di entrambe le eroine delle prime stagioni. Diciamo che è un personaggio rivisitato di entrambe.

Ma ritorniamo al VERO AMORE di questa nuova stagione: Henry e Jacinda. Mi ha convinta molto come coppia, anche se vedere Henry come copia di Charming, mi fa uno strano effetto.

Sono abituata a vedere quel dolce bambino della prima serie che credeva in tutto, anche che Peter Pan fosse il buono. Ritrovare un Henry sperduto e senza speranza, mi fa formare un nodo alla gola. Ma ripongo le mie speranze nei nostri autori.
E a tal proposito, gli stessi autori ci hanno raccontato che avrebbero rappresentato un vero amore: Henry e Jacinda come gli Charming, ma i due non sono caratterizzati dall’alone fiabesco come i Charming, poichè Henry e la sua amata sono più realistici, complice il fatto che lo stesso Henry viene dal mondo reale.

Henry, Fonte Foto: You Tube

Ma se da una parte abbiamo un Henry non credente dall’altra abbiamo la piccola Lucy. Questa bambina è dolce, speranzosa e soprattutto credente. Non è come il piccolo Henry, ma gli autori l’hanno formata in modo che lei ci ricordasse del suo piccolo papà. Lei è più decisa di Henry, è molto più caparbia e astuta se vogliamo dirla tutta.

33

Dopo la presentazione di Cenerentola e compagnia bella, rivediamo tre vecchie conoscenze. Regina, che non è più Regina, ma ha una nuova identità: Roni. La nostra Roni, a inizio episodio sembra stanca e abbattuta, è pronta a rinunciare al suo piccolo bar, ma alla fine dà il ben servito alla matrigna di Cenerentola. Il suo personaggio è più una spettatrice che una che agisce, tranne nella scena finale non vedremmo molto di lei. Devo dire la verità, sono abituata a vedere Regina che domina la scena, questa sua nuova versione non mi garba, forse mi ricrederò.

Regina/Roni, Fonte Foto: You Tube

Passiamo ai cattivi. Lady Tremaine, è una Evil Queen con un pizzico di Cora. E’ spietata e pronta a tutto, ma forse ha trovato pane per i suoi denti. Drizella, la sorellastra, è particolare ancora non l’ho inquadrata.

Rumple, è apparso in una scena dove affogava uno, sono molto confusa su questa nuova versione. Quello che so e che è sempre il nostro famigerato Dark One. Come suo solito si è attorniato di alcuni collaboratori tra cui: Alice. 

Altro mistero ancora per ora su questo personaggio. Non è esattamente la versione fiabesca che siamo abituati a vedere, lei è come se fosse perfida

Passiamo al nostro personaggio preferito: Hook alias Rogers.

Allora, ritroviamo Rogers in una stazione di polizia, lui come un bravo poliziotto aiuta Henry con la sua auto sparita. Si mostra orgoglioso del suo lavoro e del suo salto di qualità, infatti alla fine dell’episodio si scopre che è diventato un detective. È apparso come la classica brava persona che deve fare i conti con la gente corrotta. Mi è mancato un battito quando lui ha visto il volto di Emma nel libro scritto da Henry.

E così termina il nostro episodio, anche se il prossimo si prospetta più entusiasmante. Ci sarà il ritorno della nostra Savior. Il mio giudizio per questo episodio è ancora in bilico. Non so, se mi entusiasma o meno questa nuova serie. Voi, vi chiederete il perché?

Per me, Once Upon A Time, doveva terminare con la sesta stagione, perché il lieto fine era arrivato in un modo o nell’altro per tutti.

Per me, vedere questo episodio è stato come vedere una nuova serie. Si, era tutto molto magico. Ma mancava qualcosa, sono stata lì ad aspettare che scattasse la scintilla tra me e questo ammucchio di personaggi, ma nulla, alla fine non mi è rimasta la stessa emozione delle vecchie stagioni. Alla fine di ogni episodio, mi sentivo anche io MAGICA E PIU’ SPERANZOSA…

Questa non è Once Upon A Time, non è la serie basata sul racconto di una salvatrice che anche se è scettica ritrova la sua famiglia e sconfigge ogni male. Questa è un reboot, un remake o come vogliate nominarlo. Secondo me, non c’è un filo conduttore con le altre sei stagioni. Tutto mi appare come qualcosa di rivisitato.

Ciò nonostante, un po’ di curiosità mi è venuta, quindi continuerò a vedere la serie, anche perché voglio capire cosa si sono inventati gli autori.

ALLA PROSSIMA RECENSIONE!