Pavimentazione antitrauma per palestre: normativa e caratteristiche

0
fonte foto: wikipedia commons

La palestra e, in generale, ogni luogo legato all’esercizio dell’attività fisica e dell’allenamento motorio, necessitano di un’attenzione particolare alla sicurezza degli atleti. Ecco perché ogni palestra deve essere dotata di idonea pavimentazione antitrauma, l’unica in grado di ridurre al minimo le lesioni derivanti da eventuali cadute dell’atleta.

Pavimento antitrauma per palestre: un obbligo giuridico
Installare un pavimento antitrauma per le palestre non è solo una scelta dettata dal buonsenso ma è un vero e proprio obbligo giuridico. Sul punto, la normativa europea è molto chiara:  la EN 1176 e la EN 1177 dettano una serie di regole e criteri molto stringenti che definiscono gli standard di sicurezza da rispettare nelle aree dedicate all’allenamento motorio e alle palestre.

Le normativa europea, in particolare, ha provveduto a tipizzare il criterio HIC (Head Injury Criterion): stiamo parlando di un criterio in grado di quantificare quelle lesioni che possano derivare alla testa nel caso di impatto con le superfici.

Il criterio HIC misura l’energia cinetica che la testa sprigiona in caso di impatto con il pavimento o comunque con le superfici in generale.

Tale criterio, in particolare, individua nel valore 1.000 il limite massimo della gravità delle lesioni che la normativa intende come “lesioni che nella maggior parte dei casi non risulteranno letali”.

Ebbene, il pavimento antitrauma per palestre è progettato e pensato proprio per evitare che le lesioni subite dall’atleta possano superare la soglia minima individuata dalla normativa europea e dal criterio HIC (Head Injury Criterion).

Le caratteristiche del pavimento antitrauma per palestre

Il pavimento antitrauma per palestre che soddisfa i requisiti stabiliti dalla normativa europea è un rivestimento estremamente versatile, semplice da installare e duttile che riesce a garantire elevati standard di sicurezza agli atleti che si allenano in palestra.

La scelta sul mercato è molto ampia: in commercio si può scegliere tra diverse pavimentazioni antitrauma, tutte caratterizzate da diversi materiali di realizzazione.

Polietilene espanso, gomma riciclata e resina, il pavimento antitrauma per palestra è pensato e progettato per assorbire, ridurre gli impatti e per disperdere l’energia cinetica sprigionata dal corpo durante l’eventuale impatto con il pavimento.