Quandoo: la piattaforma di prenotazione ristoranti, lancia l’integrazione su Instagram

0

Quandoo, la piattaforma di prenotazione di ristoranti con la più rapida crescita a livello globale, annuncia l’integrazione con i pulsanti di call to action di Instagram. Prenotare un tavolo nei ristoranti più popolari è ancora più facile: agli utenti del social network basterà ora cliccare sul pulsante “Prenota” direttamente sul profilo Instagram del ristorante scelto. L’integrazione è disponibile per gli utenti e i ristoratori in Italia e in tutti i Paesi in cui Quandoo è attivo, dal Regno Unito alla Germania, passando per la regione Asia-Pacifico.

 

Per procedere con l’integrazione, i ristoratori devono disporre di un profilo Business su Instagram. Dopo aver effettuato l’accesso, i gestori del profilo possono attivare Quandoo cliccando su “Modifica Profilo” nella sezione “Opzioni di contatto”. Per saperne di più è possibile fare riferimento al toolkit di Instagram Business.

 

L’integrazione con Instagram rappresenta un’ulteriore estensione della già vastissima piattaforma di prenotazione di ristoranti. In meno di sei anni, Quandoo è diventata una delle piattaforme per la prenotazione in tempo reale con la più alta crescita a livello internazionale ed è ora presente in dodici Paesi, dove ha ospitato più di 110 milioni di clienti in oltre 17.000 ristoranti. Il marketplace digitale di Quandoo fornisce a ristoranti e utenti gli strumenti per rivoluzionare l’esperienza culinaria: permette, ad esempio, di inoltrare al ristorante richieste speciali al momento della prenotazione in occasione di eventi particolari, che si tratti di un compleanno o un anniversario.

 

Quandoo fa parte di Recruit, una multinazionale tecnologica che opera nei settori food, beauty, viaggi e salute, la cui mission è aggiungere un tocco straordinario alla vita quotidiana. Fa parte di Recruit anche Hot Pepper, il servizio di prenotazione ristoranti numero uno in Giappone, con 46.000 ristoranti prenotabili in tempo reale e oltre 230 milioni di utenti serviti.

 

“Siamo entusiasti di questa integrazione, che ci permette di offrire ai nostri partner un ulteriore utile strumento per la loro attività” commenta Pierpaolo Zollo, VP Business Development, Quandoo. “Grazie a questa partnership, per gli utenti Instagram sarà ancora più immediato prenotare un tavolo nei loro ristoranti preferiti: potranno farlo in meno di un minuto, ovunque siano. A trarre vantaggio da questa nuova feature saranno anche i ristoratori, che potranno trovare in Instagram un altro importante canale per far crescere la loro attività”.

 

“Con un miliardo di utenti attivi in ogni parte del mondo, Instagram costituisce una vetrina di prim’ordine per le attività più disparate e, grazie all’integrazione con Quandoo, oggi diventa un importante strumento di crescita per chi opera nel mondo della ristorazione” dichiara Andrea Favarato, Co- Fondatore & VP Southern Europe, Quandoo Italia. “Grazie alla partnership con Instagram, inoltre, Quandoo accorcia ulteriormente le distanze tra ristoratori e utenti, offrendo le migliori esperienze culinarie in Italia e nel mondo a portata di click”.

 

Quandoo

Quandoo è la piattaforma di prenotazione per i ristoranti in tempo reale che sta registrando la più rapida crescita a livello globale. In meno di 6 anni, Quandoo ha raggiunto 12 paesi e ospitato più di 110 milioni di clienti in oltre 17.000 ristoranti. La tecnologia di Quandoo fornisce a ristoranti e utenti gli strumenti necessari per rendere un pranzo o una cena un momento davvero unico di degustazione delle specialità locali e non. Con headquarter a Berlino e sedi in Austria, Svizzera, Italia, Turchia, Regno Unito, Hong Kong, Finlandia, Singapore, Australia e Paesi Bassi, i fondatori puntano a far diventare Quandoo il marketplace leader nel mondo per le esperienze legate al cibo e al settore food. Quandoo fa parte di Recruit Holdings e con le sue consociate HotPepper e AirRegi costituisce la più grande azienda di software e marketing per ristoranti al mondo. Quandoo conta nel proprio team oltre 370 persone provenienti da 50 Paesi.