Sulle ‘Tracce di Libertà’ di Pino Daniele

0

Il 4 dicembre sarà pubblicato e diffuso in tutti i negozi e nei digital store ‘Tracce di Libertà’, cofanetto dedicato a Pino Daniele, cantautore napoletano amatissimo ovunque e a cui, dopo la  precoce scomparsa, è stato intitolata una via della sua città.

L’artista compianto dal “suo” popolo verrà ricordato attraverso varie versioni del cofanetto alle quali verranno aggiunti altri preziosi dettagli. All’interno del box sarà presente anche un libro di sessanta pagine con ricordi, testimonianze ed immagini che narrano la carriera del cantante. Verrà ripercorso la sua vita prima e dopo il successo, dalla realizzazione di ‘Terra mia’ del 1977 sino alla nascita dei suoi primi brani. Si parlerà molto dell’album che l’aveva consacrato, ‘Nero a metà’ del 1980 e del quale, nell’ultimo periodo, aveva fatto una celebrazione con un tour e una ristampa.

Ecco cosa conterrà la versione super deluxe di Tracce di libertà, sei cd e il libro con altri sei brani inediti degli anni’70 come “Mannaggia ‘a morte”, “Napule se scet’ sotto o’sole”, “Stappistopota”, g” Figliemo è nu buono guaglione” e “Na voglia ‘e jastemmà”, canzone strumentale senza titolo. Invece, nell’edizione deluxe figureranno tre cd, il libro e “Na voglia ‘e jastemmà”.

 

“Le tracce lasciate da un artista non sono soltanto canzoni, immagini, dischi, spartiti o critiche più o meno positive… sono da cercarsi nelle emozioni, in qualcosa di immateriale eppure estremamente vivo nella memoria, […] ed è in questo senso che “Tracce di libertà” sono tracce di vita: il percorso emozionale di un ragazzo a cui piaceva il blues”

pino daniele
Immagine di copertina di ‘Tracce di Libertà’.