Venezuela, Maduro: “Europei arroganti, non possono darci ultimatum. Golpe pianificato dagli U.S.A.”

0
Nicolas Maduro (Foto da Wikipedia)

Dura replica del presidente venezuelano Nicolas Maduro all’ultimatum lanciato nei giorni scorsi da Spagna, Francia e Germania, i cui termini prevedono elezioni libere entro 8 giorni o il riconoscimento di Juan Guaidò come presidente del Venezuela da parte dei 3 Paesi europei.

Gli europei sono arroganti, nessuno può darci un ultimatum. Dovrebbero ritirarlo“, ha dichiarato Maduro durante un’intervista a Cnn Turk. “ll Venezuela non è legato all’Europa e questo ultimatum è una totale insolenza, così come il disprezzo riservatoci perché siamo a Sud. Le élite europee non rappresentano l’opinione pubblica del popolo d’Europa“.

I leader europei guardano a ciò che dice Trump, tutta l’Europa segue Trump, specialmente quando si tratta del Venezuela“, ha proseguito Maduro. In merito all’autoproclamato presidente ad interim del leader dell’opposizione Juan Guaido, Maduro ha dichiarato che “la soluzione è nello stato di diritto. In Venezuela esiste la legalità, dunque questa vicenda si concluderà davanti alla magistratura“.

Maduro, che si dice pronto al dialogo, ha poi aggiunto: “Abbiamo affrontato molti attacchi da quando Chavez è morto, ma le cose sono peggiorate dall’arrivo di Trump al potere. Gli Stati Uniti ci stanno attaccando sin da quando questo estremista è arrivato al potere e ora hanno pianificato un colpo di stato. Hanno spinto un uomo dalla dubbia reputazione a essere il loro volto“.

Il presidente venezuelano ha annunciato l’interruzione dei rapporti diplomatici con gli U.S.A., dando ai diplomatici americani 72 ore di tempo per lasciare il Paese.