Visualizzazioni YouTube: come far decollare il tuo canale

0

Se Facebook sta perdendo posizioni a discapito di Instagram, c’è una piattaforma che col tempo è riuscita a ritagliarsi il suo spazio, sia tra i più giovani che tra gli anziani: si tratta di YouTube, il sito ‘principe’ dove caricare il tuo video.

Già, ma come aumentare le visualizzazioni YouTube per il tuo canale? Oggi la concorrenza è altissima ma, con alcuni piccoli accorgimenti, potresti comunque riuscire a ritagliare il tuo spazio. Uno spazio che si fa via via sempre più esiguo quindi, se hai intenzione di aprire un canale, fallo prima possibile, altrimenti sarà sempre più dura emergere in questo mondo sempre più concorrenziale.

Il primo suggerimento è fare dei video interessanti. Non importa la lunghezza, ma devono avere qualcosa da dire, di inusuale. Fondamentale è l’inizio: se riesci a trattenere le persone nei primi 15/20 secondi, poi dipenderà tutto da te. Se riesci a incuriosire l’utente, allora il gioco è fatto. Facci caso: spesso, proprio all’inizio del filmato, gli Youtuber professionisti inseriscono qualche effetto speciale per catturare l’attenzione e, almeno, farti aprire il video.

Youtube

Racconta chi sei: perché dovresti essere seguito? Quali competenze hai in quell’ambito? Quanta credibilità hai? Come l’hai ottenuta? Viene sempre prima la persona, tu segui la persona. Ricordi in particolare quel gruppo, quel Youtuber, non certo tutti i suoi filmato. Qualcuno ovviamente puoi ricordartelo, ma dipende se ti ha veramente colpito.

Fatti sempre la domanda ‘inversa’. Che cos’è? La domanda che faresti a te stesso. Quale? Ad esempio, “perché quel canale ha suscitato il mio interesse? Perché seguo quell’artista?“. Fai un’analisi di ciò che ti ha colpito e…riversala sul tuo canale. Se una persona ti ha incuriosito a tal punto da seguirla, non è detto che tu non possa usare le stesse armi (migliorandole, ovviamente). Questo è un fattore molto sottovalutato perché moltissimi utenti pensano che basti davvero aprirsi un canale e il gioco verrà da sé: no, non funziona così. Ci vuole costanza e passione.

Un altro consiglio? Carica regolarmente i video e hai pazienza. Ma andiamo con ordine. Caricare regolarmente i video significa fare in modo che tu in un range ‘fisso’ possa aggiornare il tuo canale. Non devi né scomparire né caricare tanti video in un periodo breve. Infatti, l’errore più comune è di caricare molti video inizialmente e poi non caricarne più nessuno, principalmente per due motivi. Uno perché finiscono le idee e il tempo comincia a scarseggiare e l’altro è che, non vedendo subito i risultati, si tende subito a mollare. E proprio qui casca l’asino.

Youtube

Bisogna avere pazienza. YouTube non è più la gallina dalle uova d’oro: la concorrenza è vastissima, valida e, soprattutto, competitiva. Devi darti del tempo, non puoi avere tutto e subito. Se c’è qualcosa che non va, correggi subito oppure vira su altro ma se pensi che il progetto sia vincente insisti. Forse non hai trovato ancora il modo per pubblicizzarlo al meglio. Se dopo 3 video pensi già di mollare, allora vuol dire che YouTube non è l’ambiente che fa per te: nessuno è riuscito ad avere il successo che vedi in così poco tempo.

A questo punto ci sarebbe anche la SEO per Youtube, ma, questa, è un’altra storia!