Zarco cannibale: vince in volata su Rins e Rabat in Catalunya

0

Anche in Moto2 si vola con Zarco che all’ultimo giro divora Rins e Rabat in un sol boccone.

L’attuale campione del mondo ha sfruttato benissimo la partenza come Lowes che nei primi giri è stato la sua spina nel fianco.

Quando Rins si è unito al duo di testa, Lowes ha lasciato il posto, tentando di salvaguardare la posizione mentre nel gruppo di testa Salom e Luthi tentavano di cucire lo strappo su Aegerter e la zona podio.

Bravissimo invece il nostro Franco Morbidelli, ventitreesimo alla partenza e al primo giro già in top10 dove poi ha lottato prima con Baldassarri e Corsi e poi ha raggiunto la settima posizione scalzando Aegerter.

Quando la situazione sembrava ormai cristallizzata è stato Zarco a sconvolgere nuovamente gli equilibri abbassando il passo e andando a prendere i magnifici due che nel frattempo stavano scappando verso la vittoria.

Con molta astuzia, il pilota francese, ha prima tratto in inganno Rins, e poi ha teso la sua trappola a Rabat che, nella foga di tenersi stretta la seconda vittoria dell’anno, ha sbagliato l’entrata alla curva10 perdendo non solo la testa della corsa ma anche la seconda posizione a favore di Rins.

Per Morbidelli si conferma un’ottima posizione, passato da Folger in grande spolvero negli ultimi giri dopo che anche lui alle prime curve era stato portato fuori traiettoria dovendo rimontare poi nell’intera corsa.

Autore di un’altra splendida rimonta Alex Màrquez, toccato da Pons al primo giro dove è finito in ventottesima posizione.

Il piccolo di casa Màrquez non si è lasciato prendere dallo sconforto e ha iniziato la sua rimonta arrivando addirittura in undicesima posizione.

Nelle fasi iniziali si sono toccati Simeon e Cortese, interrompendo subito la loro gara, la stessa cosa è capitata tra Morbidelli e Pons dove a pagare i danni più alti è stato il pilota spagnolo.

La Race Direction ha già informato che l’incidente tra i due verrà rivisto nella giornata.