Zoe Kravitz sulla copertina della famosa rivista “The Edit”

Zoe Kravitz intervistata da The Edit

0
zoe-kravitz
Zoe Kravitz. Fonte screen youtube

Zoe Kravitz, recentemente vista in Big Little Lies, è sulla copertina della rivista “The Edit”, di Net-a-Porter.

Zoe Kravitz sta attraversando un periodo di successo con diversi progetti in cantiere. Inoltre ha avuto un ruolo che le ha dato un’opportunità per mostrare il proprio talento nella miniserie Big Little Lies.

Ecco i punti salienti dell’intervista di Zoe Kravitz: 
  • Sul fatto che molti registi non le concedessero nemmeno un’opportunità per il suo look troppo “urban”: “Sono sicura che probabilmente succede ancora adesso. Quando il mio nome compare nell’ufficio di un direttore casting, sono sicura che il fatto che io sia nera salti fuori e sia motivo di discussione. Ho appena letto un copione dove c’erano due coppie e una era composta da persone di colore. Quando ho parlato con il direttori casting loro han detto che avrei dovuto interpretare la moglie del ragazzo di colore. è davvero assurdo che loro pensino ancora che la ragazza nera debba essere sposata con il ragazzo nero e che tutti gli altri siano bianchi. Il loro pensiero è così diviso in categorie.” 
  • Sul fatto che suo padre, il cantante Lenny Kravitz, e Nicole Kidman si stessero per sposare una volta: “Penso che lei si fosse dimenticata che nessuno lo sapesse. Non la vedevo da molto tempo prima di recitare insieme in Big Little Lies ma c’è stato un periodo della mia vita dove abbiamo vissuto insieme o qualcosa del genere. Avevo circa 13 anni e lei mi portava al cinema, era gentile con me.” 
  • Sul suo passato da ragazza ribelle: “Vivevo da sola quando avevo 17 anni ed ero abbastanza scatenata al tempo. Avevo molti amici più grandi e potevo entrare nei locali. Adesso sto a casa e guardo Netflix. Quell’esperienza mi è bastata.” 

Il resto dell’intervista di Zoe Kravitz può essere letto sul sito di Net-a-Porter.