Abul Bajandar, il ragazzo ribattezzato “uomo-albero”

0

Viene dal Bangladesh la storia di Abul, un venticinquenne che soffre di una rarissima malattia: l’epidermodisplasia verruciforme, conosciuta anche come displasia di Lewandowsky-Lutz, patologia spesso ereditaria e causata da un’ipersuscettibilità al virus del papilloma umano che produce un’infezione disseminata con verruche, escrescenze e squame su mani e piedi.

«Inizialmente pensavo si trattasse di verruche innocue, ma ora le mie mani e i miei piedi sono completamente pieni di radici. Ho provato di tutto, ma la mia condizione non ha fatto altro che aggravarsi» ha spiegato Abul, che è stato costretto a causa della malattia a lasciare il suo lavoro, guidatore di risciò

Da quando si è occupato della sua malattia Discovery Channel, le sue foto e la sua storia hanno cominciato a fare il giro del web, innescando una vera e propria gara di solidarietà. Nel documentario di Discovery Channel si raccontava la storia di un uomo indonesiano, Dede Koswara, al quale a seguito di un intervento erano riusciti ad eliminare 6 kg di piaghe. Quello di Koswara, tuttavia, non rappresenta un precedente felice, in quanto, licenziato a causa della malattia, e costretto a guadagnarsi da vivere come attrazione in un circo locale, è morto pochi anni fa, morte che comunque sarebbe avvenuta per motivazioni non riconducibili alla malattia che ha colpito anche Abul.

A breve il giovane bengalese verrà sottoposto ad un rischioso intervento al Dhaka Medical College Hospital, il maggior ospedale pubblico del Bangladesh, dove l’equipe chirurgica che si sta preparando ad un intervento volto a tagliare le verruche, che crescendo hanno raggiunto i 5 kg di peso, ha deciso di occuparsi del caso del giovane uomo-albero gratuitamente.