Briga: Xmas concert unplugged – recensione

0
Fonte: Foto di Morris Paganotti

Mattia Briga, ieri 20 Dicembre, ha augurato buone feste ai suoi fan in un modo decisamente magico. Tutti riuniti al Teatro Centrale (Roma) per scambiarsi gli auguri di Natale durante il concerto unplugged organizzato dal team Honiro insieme a Propaganda Store.

Un palco minimal ma efficace, due sedie, un tavolino e del vino per stemperare la tensione. Sul palco con lui, il suo chitarrista storico, Mario Romano.

“Il raggiungimento dei 10 anni di carriera, per un artista – dichiara Briga – che si é affacciato al mondo della musica a soli 20 anni nel 2010, è un grande privilegio e già di per se un riconoscimento. Ho deciso così di portare con me sul palco solo Mario Romano, il chitarrista con cui ho iniziato questo percorso tanti anni fa e dal quale non mi sono mai separato!”

L’artista infatti con l’inizio del nuovo anno festeggerà i suoi 10 anni di carriera da quando, nel 2010, pubblicò Anamnesi il suo album di debutto autoprodotto.

Fonte: Foto di Morris Paganotti
In scaletta

Ieri Briga ha ripercorso i capitoli della sua vita musicale in chiave acustica partendo con l’immancabile Benvenuta (2015), brano contenuto all’interno di Never Again (Platinvm Edition). Si continua con le emozionanti Dopo di noi nemmeno il cielo, Che cosa ci siamo fatti, Anche tu per poi arrivare all’ospite segreto della serata. Non annunciato ma prevedibile per i fan più datati, sale sul palco Gemello per duettare con Mattia sulle note di Nessuna è più bella di te.

Non mancano alla lista le storiche Naufrago e L’amore è qua e nemmeno Nel male e nel bere e Baciami (Hasta Luego) che fanno ballare il pubblico nel ricordo delle estati passate. Su Ciao papà, Briga ricomincia “scusate avevo scordato le parole”.

Il tradizionale ritorno sul palco è affidato a Stringiti a me e Qualcosa in sospeso e all’immancabile Sei di mattina (singolo che nel 2015, dopo la sua partecipazione ad Amici, anticipò l’uscita di Never Again) Ieri, cantata da un Mattia emozionato, seduto sul palco, in testa un cappellino rosso natalizio, lì vicinissimo ai suoi fan che, per tutta la serata, non hanno smesso di cantare con lui nemmeno una parola.  

Fonte: Foto di Morris Paganotti