Grey’s Anatomy 13×23: “True Colors”

0

La cosa più sconvolgente di questa puntata è Amelia che parla il tedesco. Il TEDESCO, vi rendete conto? Neanche Owen ne era a conoscenza.

Per rielaborare la moltitudine di informazioni che Shonda ci ha propinato in questa puntata, è necessario vederla due volte (dovrò procedere per punti, altrimenti ci perderemo).

Punto 1: Come sospettavamo Megan è viva, ad Owen viene fatta una comunicazione di cui non ascoltiamo una parola. Veniamo a conoscenza del fatto che le sia viva solo a metà puntata e grazie a quella espertissima bilingue di Amelia.

Punto 2: Ragazzi è un colpo basso vedere Nathan nel letto di Meredith dove una volta c’era Derek. Si, ok Shonda per una volta Meredith non è in pericolo di vita, lo abbiamo capito, grazie. Però come la mettiamo con il ritorno di Megan?

Punto 3: Ora sappiamo come Shonda intende far fuori la Edwards. La storia dei due innamorati che poi si scoprono uno stupratore e una vittima è alquanto astuta, per un attimo mi sono chiesta perché si desse tanta importanza al fatto che fossero innamorati o meno e poi… (Si, però la storia dell’esplosione ce l’hai già propinata Shonda)

Punto 4: Alex come un qualunque Sherlock Holmes che si rispetti parte e cerca l’ex marito di Jo e poi? POI NON FA NULLA, seriously?

Tutto sommato è stata una puntata con ben due colpi di scena, con dettagli che non sono stati messi lì a caso, come la chiamata a Teddy e il cognome “Stevens” pronunciato da Alex durante i suoi poteri paranormali da lettore del futuro.

E adesso? E adesso è un bel casotto!….come sempre 😉