Esclusiva-Parenti Stretti:” Quando avevamo l’illuminazione, eravamo convinti che la parola potesse essere la risposta esatta. Tutti e tre, senza esitazione, eravamo pronti a rischiare”

0
Parenti Stretti
Parenti Stretti, fonte screen youtube

In esclusiva per Dailynews24 la fortissima squadra dei “Parenti Stretti“.
I “Parenti Stretti” hanno partecipato al quiz “Reazione a Catena di Sera” dove hanno tenuto testa ai super campioni dei “Tre di Denari“.

L’intervista ai Parenti Stretti

Ci raccontate chi sono i Parenti Stretti
I Parenti Stretti sono tre cugini-amici .
Giovanni è il fidanzato di Eliana e cugino di Beatrice che a sua volta è diventata amica di Eliana.Il nome della nostra squadra ci rispecchia e racchiude il legame che ci unisce.
Viviamo e studiamo a Messina. Giovanni studia Medicina,Eliana Tecniche di Laboratorio Biomedico, Beatrice Scienze Chimiche. Al di là dagli studi intrapresi, tutti e tre siamo accomunati dalla passione per i quiz e l’enigmistica.

Come è nata l’idea di partecipare a “Reazione a Catena”?
Siamo appassionati del programma da sempre e, una volta maggiorenni, abbiamo iniziato a prendere seriamente in considerazione l’idea di partecipare. Giovanni e Beatrice,
accomunati da questo obiettivo, hanno coinvolto Eliana che sin da subito ha dimostrato di completare al meglio la squadra.

Siete la squadra che ha comprato meno volte il terzo elemento al gioco finale ed ha comunque vinto. Come mai avete fatto questa scelta? Siete stati sempre d’accordo oppure avete fatto a maggioranza?
Quando avevamo l’illuminazione, eravamo convinti che la parola potesse essere la risposta esatta. Tutti e tre, senza esitazione, eravamo pronti a rischiare. L’obiettivo non era quello
di mantenere inalterato il montepremi, ma divertirsi giocando proprio come quando lo si fa da casa.

Che emozioni avete provato a ritornare in gara a Reazione a Catena di Sera?
È stato bello tornare da campioni ed essere affiancati dai vip durante il gioco.
L’emozione era uguale alla prima volta, ma avevamo maggiore consapevolezza.
Sarebbe stata una dura sfida, ma principalmente volevamo divertirci e dare il meglio di noi.

Quest’anno avete partecipato al gioco serale scontrandovi con Le Intese a Distanza e i Tre di Denari. Cosa pensate delle due squadre?
Le Intese a Distanza sono state un modello per noi. Le abbiamo seguite, apprezzate e supportate sin dalla loro prima puntata. La loro bravura ci ha fatto amare ancora di più il gioco.
Si sono rivelate anche tre bellissime persone. I Tre di Denari hanno giocato qualche mese dopo di noi.
Sono una bella squadra di cui abbiamo apprezzato il miglioramento
progressivo, frutto di tanto allenamento.

Quale consiglio potreste dare alle future squadre di Reazione a Catena?
Noi consigliamo a tutti di partecipare perché è un’esperienza unica.
Bisogna partire con l’obiettivo di divertirsi, poi con un po’ di fortuna e di impegno potrebbe rivelarsi molto più che ungioco.