La Ripresa economica passa attraverso la Fibra e il lancio del 5G

0

Durante gli Stati Generali che si sono tenuti in questi giorni a Roma, uno degli argomenti all’ordine del giorno è stato lo sviluppo digitale dell’Italia soprattutto focalizzato all’aumento delle reti in fibra ottica e al 5G. È stato proprio il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte a promuovere fortemente quest’iniziativa che fa parte del piano “Progettiamo il rilancio”, il cui documentato è stato presentato da Vittorio Colao per favorire lo sviluppo digitale del Paese.

Una delle sezioni di questo piano si intitola “Un Paese Digitale” e prevede l’estensione dell’accesso alla rete in fibra ottica a tutte le regioni andando a colmare quelle zone che sono al momento scoperte, ma soprattutto incentivare l’investimento per le connessioni 5G. Per ovviare al problema del digital divide si punta a ridurlo al massimo mediante la fornitura di voucher per la digitalizzazione per garantire un accesso alla tecnologia più uguale per tutti affinché possano beneficiarne imprese e privati.

Stando a quanto emerge dal Piano, c’è un progetto di creare un’unica rete nazionale per la fibra ottica e raggiungere anche le aree più remote del paese. Il Presidente Giuseppe Conte ha dichiarato di volere “un Paese completamente digitale, ma anche un tessuto economico più competitivo e resiliente per imprese e lavoro, che passa attraverso l’ambiente, le infrastrutture, la ricerca, il sostegno alle filiere produttive, un ordinamento giuridico più moderno e attraente ed anche un’Italia più equa e inclusiva”.

Grazie alla sua rete a banda ultralarga, Vodafone raggiunge già oltre 3 milioni di clienti sulla linea fissa e ha attivato il servizio 5G in cinque città italiane (Milano, Roma, Napoli, Bologna e Torino), mentre grazie al servizio FWA mira a fornire una connessione ultraveloce e stabile in oltre duemila comuni attualmente non coperti dalla fibra ottica.