L’atollo di Aldabra sarà al cinema per due giorni con proiezioni in 3D della favolosa isola corallina nell’oceano indiano

0
Fonte foto: Wikipedia

E’ un paradiso naturale che custodisce specie animali uniche al mondo, l’atollo Aldabra nell’oceano indiano. Viene raccontato in un docufilm al cinema oggi e domani.

Per sei volte ingoiato dal mare, per sei volte restituito alla luce in milioni di anni. L’Atollo delle meraviglie, fra i più grandi del pianeta nell’oceano indiano, è inaccessibile all’uomo salvo permessi straordinari, come quelli usufruiti dall’autore del progetto cinematografico.

Ne racconta fascino e misteri questo documentario, “Aldabra: c’era una volta un’isola“, che per l’atollo ha un solo precedente nella storia del cinema, “The silent world” degli anni ’50 dell’oceanografo francese, Jacques-Yves Cousteau, allora premiato con l’Oscar.

Il docufilm ha una durata di 80 minuti ed è consigliato per una visione di bambini e ragazzi. Il 3D sarà per due giorni nelle sale cinematografiche in occasione della “Giornata della Terra”. Il favoloso luogo di Aldabra conduce lo sguardo in luoghi altrimenti inarrivabili. L’isolamento ne ha garantito la conservazione sopra e sotto il mare. Saranno mostrate immagini inedite della vita animale e vegetale che lo popolano. Dai coralli, alle tartarughe giganti; dagli apparenti docili e piccoli squali, alle particolarissime specie di granchi e di uccelli inabili al volo.

Nel silenzio si potrà udire il suono quasi melodico dell’acqua. L’osservazione così da vicino e le ore di attesa per conquistarsi la fiducia dello staff, diretto dal regista ceco Steve Lichtag, in collaborazione con artisti Disney, è veramente un tuffo ideale nella magia della vita per sorprendersi ancora delle così tante e diverse forme che la vita stessa abita e assume.