Starbucks – Italia, matrimonio che s’adda fare

0
STARBUCKS

Starbucks arriverà presto in Italia. Molto probabilmente il luogo scelto sarà la capitale italiana della moda, ovvero Milano. È da tanti anni, ormai, che si parla di un imminente arrivo nel paese nostrano di uno dei coffee shop più amati in tutto il mondo.

La catena americana nata nel 1971 è presente in molti paesi e l’approdo in Italia non sarebbe una novità a livello europeo. La cosa interessante, però, sta nel fatto che Starbucks punto tutto sul caffè e il rapporto del nostro paese con questa bevanda è molto diversa da quello che c’è in paesi come l’America. A livello economico, infatti, se il mercato italiano rappresenta un azzardo per molti investitori, Starbucks ha deciso di provaci e affrontare questa sfida a testa alta.

Starbucks-List-of-countries
Paesi dov’è presente Starbucks.

Inoltre, l’approdo in Italia avverrà in partnership con Percassi (gruppo del presidente di calcio dell’Atalanta) che, per altro, possiede e gestisce Kiko (marchio di cosmetici). Se la città in cui aprire il primo Starbucks italiano è stata definita, ancora da decidere è la data di apertura. L’ufficialità non c’è ma l’amministratore delegato Howard Schultz ha dichiarato che l’Italia, per lui, ha un valore simbolico perchè gli riporta alla mente bei momenti. C’è da dire che l’amministratore ha mosso i suoi primi passi, in senso lavorativo, proprio attraverso delle trattative svoltesi tra Milano e Verona.

Gli italiani, poi, sono anche coloro che quando viaggiano non mancano mai di cercare Starbucks e i suoi prodotti. Tra caffè, frappuccini, cupcakes, muffin e dolci vari i turisti si troveranno a loro agio. Almeno questa è la speranza degli investitori.

starbucks-cupcakes