Annus Musicalis 2017: tra conferme e speranze, la musica per tutti i gusti

0
Annus Musicalis 2017

La fine dell’anno e l’arrivo del nuovo, si sa, portano riflessioni e auspici. Ecco, allora, che si ripercorre l’ Annus Musicalis 2017. Dalla terza conduzione di Carlo Conti del Festival di Sanremo ai nuovi vincitori dei vari talent show nostrani, includendo nuovi artisti emergenti e la consacrazione di altri già noti. Non mancano i tormentoni estivi e i rispettivi amici invernali ma su tutti spicca la diffusione planetaria di una nuova religione sonora: il Gabbanesimo. Con “Occidentali’s Karma”, “Tra le Granite e le Granate”, “Pachidermi e Pappagalli” e l’ultimo singolo “La mia versione dei ricordi” è stato il suo anno. Che piaccia o no, Francesco Gabbani ha monopolizzato e indicato la strada agli altri.  gabbani

A molti sembrerà strano ma tornare indietro con la mente ai centinaia di brani che sono stati passati dalle radio e che, di conseguenza, sono diventati oggetti di playlist personalizzate, è un allenamento che si compie con piacere perchè ogni canzone- anche la più banale- si collega ad un momento preciso della vita. Una serata tra amiche, un fidanzamento o relativa interruzione, una perdita, l’occasione lavorativa che si sperava … tutto ha la propria colonna sonora. Nella routine dei giorni, delle settimane, dei mesi e dell’anno la musica avrà accompagnato i vostri passi e il vostro equilibrio interiore.

Tra i Big della musica italiana non vanno dimenticati Tiziano Ferro con l’album “Il Mestiere della Vita”, Fabri Fibra con “Fenomeno”, Fiorella Mannoia con “Combattente”, Paola Turci “Il Secondo Cuore”, Ermal Meta “Vietato Morire”, J-Ax & Fedez “Comunisti col Rolex”, Michele Bravi con “Anime di carta”, Elisa con “On”. Per alcuni di loro è stato un anno di rinascita, per altri di conferma tuttavia i singoli estratti da questi progetti hanno raggiunto certificazioni oro e platino che hanno suggellato l’affetto del pubblico. C’è chi, invece, con le sue forze e con collaborazioni riuscite è riuscito ad imporsi nel mercato e ad effettuare quel passaggio da indie a pop che, poi, non deve esser letto come una transizione negativa dal momento che nelle aspirazioni di un musicista c’è la voglia di portare la sua musica a quante più persone possibili. Si parla dell’entrata ufficiale nel girone della Music League di Levante con “Il caos di stanze stupefacenti”,  The Giornalisti con “Completamente”, Benji & Fede con “0+”. Inoltre, a gamba tesa con i suoi follower e le visualizzazioni di Youtube alle stelle c’è il fenomeno Riki (vincitore categoria canto di #Amici16) che nel giro di pochi mesi ha lanciato due album “Perdo le parole” e “Mania”.

Per quanto riguarda le nuove leve bisogna addentrarsi in un panorama vasto e diversificato poichè ci sono nuove voci e nuove realtà che meritano attenzione: Gazzelle, Federica Abbate, Ultimo, Lele, Federica Carta, i Måneskin, Enrico Nigiotti, Cinemaboy, Daniele Magro, LowLow, Carl Brave X Franco. Tenerli d’occhio non basterà, siamo sicuri che si faranno largo e si faranno riconoscere con concerti pieni e dischi in classifica.

Un altro anno se ne va e la musica, come sempre, ci culla nel male e nel bene. Quest’ Annus Musicalis 2017 è stato intenso tuttavia a noi ce piace così! Prepariamoci ad un 2018 ancora più ricco. Ovviamente, per delicatezza ma soprattutto perchè il Natale addolcisce tutti, anche le più acide ascoltatrici, si è evitato di infilare il dito nella piaga ma di flop musicali ce ne sono stati e credeteci anche dei bei tonfi.