Nuova tecnologia: “Feto in 3D”, tutto cambia e diventa possibile

0
feto

Aspettare un bambino/a è una cosa meraviglioso. Una coppia che decide di mettere al mondo un figlio compie un gesto incredibile, di estrema forza e volontà d’animo (soprattutto nell’epoca odierna) che determinerà il resto del loro percorso di vita. Se in precedenza la gravidanza veniva vissuta senza troppe aspettative per quanto riguarda l’ambito scientifico, nel senso che le donne non pensavano minimamente di poter vedere, giorno per giorno, la crescita di quell’esserino che portavano in grembo, oggigiorno, invece ci sono tante opportunità che dimezzano l’effetto sorpresa rendendo, però, unici i 9 mesi d’attesa. Ecco, allora, che viene incontro il progresso tecnologico con il feto in 3D. Sarà possibile vedere il proprio bambino attraverso immagini tridimensionali.

feto in 3D

Nella Clinica di Diagnostica per immagini di Rio de Janeiro è stata perfezionata questa nuova tecnica che permette la visione del feto in 3D. Unendo la risonanza magnetica alle capacità tecnologiche della realtà virtuale, si è giunti a questa conclusione a dir poco straordinaria. Come è possibile verdere il feto? La risposta è semplice quanto complessa. Infatti, attraverso un visore Oculus Rift si ottiene la visualizzazione del feto, ottenuta in precedenza con il mix delle immagini 3D e della risonanza magnetica. Chi è riuscito ad assistere alla presentazione di questa nuova tecnologia presso il convegno della Società di Radiologia del Nord America, ha rivelato che è stata un’esperienza stupefacente: “l’esperienza è meravigliosa e le immagini sono più nitide e chiare rispetto a quelle dell’ecografia e della risonanza magnetica”.