Regione Campania, De Luca chiude anche i parchi: ecco tutte le nuove misure

0
Coronavirus, fonte google contrassegnate per essere riutilizzate
Coronavirus, fonte google contrassegnate per essere riutilizzate

La regione Campania applica misure più stringenti in seguito all’annuncio di Giuseppe Conte.

L’ordinanza n. 13 pubblicata il 12 Marzo 2020 impone il divieto di frequentare parchi urbani e ville comunali. Inoltre: “Sono vietate le attività dei servizi di ristorazione, fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie. I supermercati e gli altri esercizi di vendita di beni di prima necessità che restano aperti sono legittimati ad effettuare consegne a domicilio soltanto di prodotti confezionati e da parte di personale protetto con appositi DPI”.

L’ordinanza che dovrà essere rispettata fino al 25 Marzo, impone anche la cessione del normale svolgimento di fiere e mercati per vendita al dettaglio o alimentare.

Impianti sportivi e concessioni per gli atleti

“Resta fermo il divieto di utilizzo degli impianti sportivi di qualsiasi genere, con la sola esclusione di quelli dedicati a sedute di allenamento degli atleti professionisti e atleti di categoria assoluta che partecipano ai giochi olimpici o a manifestazioni nazionali o internazionali, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico. In tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus Covid-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano”. 

Quali attività resteranno aperte

Farmacie, parafarmacie, supermercati e negozi al dettaglio per la vendita di generi alimentari resteranno aperti per consentire ai cittadini l’approvvigionamento rispettando le distanze di sicurezza. Inoltre i tabaccai potranno essere aperti a patto che le sale slot e il servizio bar rispettino la regolare chiusura imposta dal decreto al fine di non dilagare il contagio di Codiv-19.
Il presidente De Luca ringrazia per la comprensione i cittadini che nella giornata di ieri hanno rispettato la quarantena rendendo le strade di Napoli per la prima volta deserte.