venerdì, Marzo 1, 2024
Home Blog

River to River Florence Indian Film Festival; dal Gange all’Arno

0

Torna, a Firenzedal 7 al 12 dicembre 2023, l ’appuntamento annuale con il River to River Florence Indian Film Festival, l’unica kermesse al mondo completamente dedicata al cinema e alla cultura indiani, fondata, nel 2001, da Selvaggia Velo, che ne è anche la direttrice, e giunta alla sua 23° edizione.

Durante la manifestazione, sono previste , presso la Sala Grande del Cinema la Compagnia, nel centro di Firenze, proiezioni di lungometraggi, cortometraggi, documentari e web series, seguite da un confronto diretto del pubblico, con gli attori e i registi delle varie opere. Sarà dato spazio anche alla cultura culinaria, con lezioni di cucina e uno show cooking, tenuto da Basheerkutty Mansoor, chef e fondatore di NURA Indian Food, il primo food truck italiano di cucina indiana.

Come da tradizione, sarà una mostra fotografica l’evento di preapertura del Festival; My India/Megalopolis è il progetto di Rocco Rorandelli, in collaborazione con la Fondazione Studio Marangoni, che sarà esposto presso lo Spazio Espositivo C.A. Ciampi. Si tratta di un lavoro molto personale, risultato di quindici anni di esplorazione delle più imponenti megalopoli indiane, da parte dell’artista. Dopo la cerimonia inaugurale, il 7 dicembre, alle ore 20 e 30, si terrà invece l’anteprima italiana di Ghoomer, una storia di sport e riscatto al femminile, con nel cast gli attori bollywoodiani Shabana Azmi e Abhishek Bachchan. Quest’ultimo sarà in sala, con il regista R. Balki.

Tra gli altri ospiti speciali che parteciperanno alla kermesse, ci saranno gli attori Suraj Sharma, protagonista del film Premio Oscar Vita di Pi, di Ang Lee, e Adil Hussain, tra i più prolifici interpreti indiani, che presenterà per la prima volta in Italia, insieme alla regista Nathalia Syam, la sua ultima pellicola, Footprints on Water, già vincitrice, al New York Indian Film Festival, come miglior opera prima. Saranno, inoltre, presenti i registi Diego D’Innocenzo e Abhishek Singh e i produttori Peter Kirby e Pooja Chauhan.

River to River ha a cuore l’ambiente e organizza i suoi eventi facendo scelte responsabili, per un festival sostenibile e inclusivo, a cominciare dalla scelta della sede; il Cinema La Compagnia è, infatti, raggiungibile facilmente, con i mezzi pubblici o a piedi, e tutti gli ospiti alloggiano in strutture vicinissime ad esso. Il consumo di carta è ridotto al massimo, grazie alla digitalizzazione dei programmi e alla possibilità di acquistare i biglietti on line. Il servizio di ristorazione offerto non adopera plastica o imballaggi superflui.

Il nome dato al Festival ha lo scopo di rappresentare il flusso di culture, di idee e di cinema, da una tradizione all’altra, da Oriente a Occidente; da un fiume all’altro, dal Gange all’Arno. L’anno di nascita di River to River è, inoltre, particolarmente significativo: nel 2001, infatti, Lagaan, di Ashutosh Gowriker, vince il Premio del Pubblico a Locarno e Monsoon Wedding, di Mira Nair, si aggiudica il Leone d’Oro per il miglior film, a Venezia. Entrambi gli eventi stabiliscono, dunque, l’inizio di una nuova era per il cinema indiano in Italia.

Il Festival, che appartiene all’AFIC (Associazione Festival Italiani di Cinema), si svolge sotto l’egida della Fondazione Sistema Toscana, con il patrocinio dell’Ambasciata dell’India.

Sul sito Internet di River to River, è possibile consultare e scaricare il programma dettagliato delle attività e dei film dell’edizione 2023.