giovedì, Luglio 25, 2024
HomeSportAltri SportBrady trascina ancora alla vittoria Tampa ed il Super Bowl non è...

Brady trascina ancora alla vittoria Tampa ed il Super Bowl non è più un sogno

La strada verso il Super Bowl comincia a farsi più definita ed in discesa per Tom Brady e i Tampa Buccaneers anche se ci sono ancora molte curve e ostacoli da superare. Il leggendario quarterback che dopo due decenni decide di cambiare casacca, per l’esattezza venti stagioni con i New England Patriots, vuole scrivere una nuova storia in Florida e si rende così protagonista della seconda vittoria consecutiva per la squadra contro i Denver Broncos per 28 a 10 ed ora tutte le scommesse online molto rapidamente stanno abbassando le quote per la vittoria finale del team che solo qualche mese fa sembrava una missione davvero impossibile.

D’altronte Brady è il recordman assoluto come giocatore di titoli vinti in National Football League (6 per l’esattezza) e vincerne un altro con una squadra considerata fino all’anno scorso una vera e propria cenerentola del football, renderebbe ancora più leggendaria la sua già incredibile carriera. Del trasferimento del secolo negli Stati Uniti d’America ci racconta tutto in un bellissimo articolo con tantissime curosità il Blog l’Insider che narra come l’arrivo di Brady in Florida sia stato seguito quasi 24 ore su 24 dai media a stelle e strisce e che perfino il suo primo allenamento nel nuovo stadio sia stato seguito in diretta nazionale.

Bisogna anche comprendere che parlare di Tom Brady negli USA sia come parlare in Italia di Francesco Totti che si trasferisce alla Lazio o alla Juve o di Paolo Maldini che decide di passare all’Inter. Ed anche se il football americano ed il calcio sembrano mondi lontani, in realtà Tom Brady ha fan anche tra i top player della Serie A.

Qualche giorno fa infatti il giocatore dell’Inter Ivan Perisic ha realizzato un post sul suo seguitissimo account Instagram citando e taggando proprio Tom Brady. Il fresco campione d’Europa con la maglia del Bayern Monaco e tornato nuovamente in nerazzurro dopo la fine del prestito ha utilizzato questa frase: “Chi se ne frega se sei una prima scelta, io ero la 199esima. Ma ascolta, se hai un’occasione di scendere in campo, non sprecarla perché potresti non averne una seconda”.

Il messaggio non troppo velatamente è indirizzato al suo allenatore Antonio Conte che non sembra credere molto nella duttilità tattica di Perisic per il suo modulo preferito, il 3-5-2. Le parole di Brady sembrano voler dire che Perisic sarà sempre pronto a scendere in campo quando verrà chiamato in causa e cercherà sempre di sfruttare l’occasione per mettersi in buona luce nei confronti del mister pugliese, della società e di tutti i tifosi nerazzurri.

Ed intanto per confermare che tante cose stanno cambiando in NFL, nella stessa giornata che i Tampa battevano i Broncos, a Cleveland avveniva un evento storico per la National Football League: per la prima volta una gara con un arbitro donna per il match, Sarah Johnson e due donne dei coaching staff, Jennifer King e Callie Brownson.

Chissà quando avverrà in Italia con il traguardo massimo raggiunto di aver avuto una guardialinee donna in Serie A.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME