“Benvenuti al Sud”: un nuovo film con Bisio e Siani?

0
Benvenuti al Sud
Immagine del film "Benvenuti al Sud"

Sono passati ben tredici anni dall’uscita nelle sale cinematografiche di Benvenuti al Sud, commedia con protagonisti Claudio Bisio e Alessandro Siani.
Remake del film francese Giù al Nord, racconta la storia di Alberto Colombo, direttore di un ufficio postale della Brianza, che ottiene, suo malgrado, un trasferimento in Cilento, un piccolo paese della Calabria.
La pellicola ha avuto un grandissimo successo, tantoché due anni dopo è stato realizzato un seguito, Benvenuti al Nord, che, nonostante il riscontro positivo nel pubblico e nella critica, è considerato non all’altezza del primo.

“Benvenuti al Sud” – un cult che racconta un’Italia spaccata

Il film è un cult. Il regista Luca Miniero racconta, in maniera egregia, un’Italia spaccata, piena di pregiudizi e stereotipi che purtroppo esistono ancora tutt’oggi. Nella pellicola, il Nord appare come un luogo spento, privo di sentimenti, dove tutti si concentrano unicamente sul proprio lavoro. Il Sud, invece, è pieno di criminali e fannulloni.

Nuovi progetti per Claudio Bisio e Alessandro Siani

Claudio Bisio e Alessandro Siani sono un duo perfetto, è un vero peccato che non abbiano più realizzato ulteriori progetti insieme.
Bisio ha recentemente esordito come regista con L’ultima volta che siamo stati bambini, tratto dal romanzo di Fabio Bonifacci. Nel 2021, Siani è stato conduttore di Striscia la notizia, insieme a Vanessa Incontrada.

“Benvenuti al Sud” – Alessandro Siani non esclude il sequel

Nonostante siano passati ormai diversi anni, i due attori desiderano realizzare un ulteriore sequel, che potrebbe chiamarsi Bentornati al Sud, 15 anni dopo. A tal proposito, Siani ha dichiarato a Fanpage.it: “Finalmente abbiamo condiviso un’idea che ci sembra divertente e soprattutto che crea spunti di riflessione […] ora tocca agli sceneggiatori e ai produttori a dare una mano alla realizzazione di questo sogno”.

Un nuovo cult o un’operazione puramente commerciale?

Ovviamente per ora nulla è certo, ma possiamo solamente sperare che un potenziale sequel possa essere davvero interessante e non sia un prodotto unicamente commerciale e nostalgico.