Irlanda del Nord: il gruppo terrorista Nuova Ira ammette l’omicidio della giornalista Lyra McKee

0
Foto da Wikipedia

Il gruppo terrorista Nuova Ira ha ammesso la responsabilità dell’uccisione della giornalista Lyra McKee avvenuto lo scorso giovedì notte a Londonderry, in Irlanda del Nord.

Stando a quanto riportato dal quotidiano The Irish News, che pubblica una dichiarazione dell’organizzazione paramilitare che non ha mai accettato i termini dell’accordo di pace del venerdì Santo firmato nel 1998, i dissidenti offrono le loro “scuse sincere” al partner, alla famiglia e agli amici della giovane reporter.

La New Ira spiega nella dichiarazione che la 29enne è stata “uccisa tragicamente” nel corso di un attacco alla polizia in quanto si trovava “accanto alle forze nemiche” (rappresentate appunto dalla polizia, secondo la prospettiva dei dissidenti).

La giornalista si trovava infatti a poca distanza da un veicolo della polizia nordirlandese quando è stata colpita dall’assassino che stava sparando nella direzione della polizia.